Filosofia Taoista


Tao 道, letteralmente la Via o il Sentiero, è uno dei principali concetti della filosofia cinese. È l'eterna, essenziale e fondamentale forza che scorre attraverso tutta la materia dell'Universo, vivente o meno. Per dirla in una parola, il Tao "è".

Nella filosofia taoista tradizionale cinese, il Tao ha come funzione fondamentale quella di rappresentare l'universo. Quest'ultimo all'inizio del tempo era in un stato chiamato Wu Chi, assenza di differenziazioni. A un certo punto si formarono due polarità di segno diverso che rappresentano i principi fondamentali dell'universo:
  • Yang il principio positivo,rappresentato in bianco.
  • Yin il principio negativo,rappresentato in nero.

I due principi iniziarono subito a interagire, dando origine alla suprema polarità. Il simbolo da tutti conosciuto come Tao è il più famoso di molti simboli che rappresentano questa suprema polarità. È importante evidenziare che nella filosofia Taoista Yin e Yang non hanno alcun significato morale, come buono o cattivo, e sono considerati elementi di differenziazione complementari.
Il Tao può essere interpretato come una "risonanza" che risiede nello spazio vuoto lasciato dagli oggetti solidi. Allo stesso tempo, esso scorre attraverso gli oggetti dando loro le caratteristiche.
L'utilità di un vaso non sta nell'argilla usata per produrlo, bensì nel vuoto che può essere riempito, o meglio, l'uno non può esistere senza l'altro. 
Questa constatazione ci fa entrare nell'ottica del wu 無, questo vuoto non è mancanza ma è il nulla, potenziale matrice di ogni cosa.